Una questione tipicamente italiana

ottobre 27, 2013 § Lascia un commento

 laura poli *

éChe cosa c’è nella cultura italiana che ci fa così fragili davanti a imbonitori, pifferai magici? Per rispondere è utile analizzare l’influenza che oggi esercitano sulla società italiana – per come sono strutturate attualmente – le centrali di formazione del pensiero più importanti. Una riflessione su alcuni aspetti macroscopici delle agenzie più quotate: famiglia, chiesa, politica con i suoi mezzi di comunicazione di massa, internet e scuola. La scuola è certamente una palestra dove si allenano le menti pensanti, o così dovrebbe essere. Ma la scuola può essere trasmettitrice di conformismo, di perbenismo, di individualismo.

http://www.fnism-torino.it/public/testi/docs/doc20131003_UnaQuestioneTipicamenteItaliana.pdf

 

* Direttivo Fnism Torino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Una questione tipicamente italiana su Mal di scuola.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: